Consulenza
22/06/2017

Ecco cosa devi sapere della direttiva MIFID 2

Smetti di essere vittima di banche!

Diventa un Investitore Consapevole con il nostro Piano Strategico!

 

La direttiva MIFID coinvolge banche , promotori e consulenti indipendenti, ed è volta alla tutela dell'investitore. La direttiva Mifid obbliga le banche ad essere più trasparenti.

 

 

Capisco che l'argomento direttive europee non il così allettante, ma questa volta è diverso!

 

E' diverso perché per una volta:

  1. non è importante capire per filo e per segno cosa dice questa direttiva chiamata MIFID2
  2. ci sono reali miglioramenti nell'erogazione dei servizi finanziari per chi investe. Quindi tutti noi! 

 

Stando così le cose risulta un argomento molto più interessante. Non credi?

 

In questo episodio imparerai: 

  1. Che cos’è la direttiva mifid2 e perché è importante per te
  2. In che  modo questa direttiva migliorerà la vita di risparmiatori e investitori

 
giochi in borsa come fosse un videogame sei sicuro che il tuo consulente finanziario lavori nel tuo esclusivo interesse ai un piano per le tue finanze visita www.gpinvest.it e guarda subito il corso gratuito diventa un investitore consapevole imparerai i tre concetti fondamentali per chi investe il consulente a cui ti affidi i costi che paghi e il metodo che utilizzi metti tuoi risparmi nella condizione di lavorare al meglio visita www.gpinvest.it/benvenuto ad un nuovo episodio identificò io sono giorgio meno rari e sono il fondatore del portale di educazione finanziaria www.feedback.it ti do il benvenuto alla puntata numero 16 GP show che ha come titolo ecco cosa devi sapere della normativa di feed 22 cose che impareranno in questo episodio allora parliamo di direttive europee e mi rendo conto che il tema particolarmente noioso perché le leggi ma anche se non tutte interessanti però dal nostro punto di vista quello dei risparmiatori e investitori ci sono ma gli esperti non tecnici che sono fondamentali da dire ed è proprio il primo argomento di cui parleremo e parleremo del secondo aspetto che è in che modo questa normativa aumenterà la competitività tra gli over del settore finanziario tra gli operatori tra chi eroga servizi di consulenza finanziaria e questa competitività sarà a tutto vantaggio del risparmiatore finale bene iniziamo a questo episodio il numero 16 legge vision iniziamo vuoi dire la tua e conoscere persone determinate raggiungere i propri obiettivi finanziari iscriviti al gruppo facebook gp invest community potrai fare domande e ricevere risposte proporre argomenti e condividere contenuti non hai facebook allora scrivi una mail a info chiocciola gp invest punto it che cos'è la direttiva bene allora è una direttiva europea partiamo da questo presupposto questa è la direttiva numero due nel senso che è il seguito è il sequel della direttiva mifid uno che entrate vigore nel 2017 direi ed è una normativa che apporta importanti modifiche al mondo finanziario europeo sembra pubblicato ma a noi interessa capire un paio di concetti che sono veramente alla portata di tutti allora e voglio solo farvi capire che questa è una direttiva che ha un impatto veramente forte e potente e in tutto il settore finanziario e dagli operatori del mercato ma chi offre servizi di consulenza finanziaria banche e promotori e consulenti e dipendenti bene è visto come un vero big bang questa normativa ok come dicevo prima è il sequel di wii fit 1 e se voi avete comprato un titolo finanziario in banca negli ultimi dieci anni circa e avrete sentito parlare della parola MIFID perché vi sarà prima di poterli vendere uno strumento finanziario la banca o promotore di turno vi deve aver fatto compilare il questionario MIFID che cos'è un punto questionario che vuole cercare di capire quali sono le vostre conoscenze in campo nel campo degli strumenti finanziari questo serve voi per definire un grado di rischio che che voi potete gestire teoricamente e che potete accollarvi quindi la parola MIFID dovrebbe risultarvi diciamo in qualche modo familiare proprio per via di questo questionario che viene fatto firmare a chiunque voglia acquistare uno strumento finanziario tra la sua barca bene quindi che questa direttiva porta importanti cambiamenti come dicevo prima lungo l'intera filiera delle istituzioni finanziarie quindi coinvolgere banche promotori consulenti dipendenti quindi fondamentalmente chiunque [Musica]chiunque qualunque figura con lui per mediare a cui ci rivolgiamo quando vogliamo acquistare un titolo o generalmente investire questa è una direttiva che ha un solo obiettivo quello di aumentare la protezione di clienti e quindi per la clientela degli investitori e vedremo che è tale che che in molti aspetti noi non chiaramente non li approfondiremo approfondiremo tutti ma su molti aspetti è veramente centrata allora innanzitutto secondo me è importante approfondire due aspetti quindi quelli più legati alla nostra vita di risparmiatori e investitori allora la prima il primo aspetto è che viene istituzionalizzato una figura professionale che in italia è stata purtroppo come dire messa in secondo piano e si non è stato possibile a questa categoria professionale di svilupparsi particolarmente ed è quella dei dei consulenti indipendenti e questa normativa infatti sancisce che ogni ogni intermediario finanziario debba esplicitare in che modo viene remunerato il servizio che offre e qualora la remunerazione venga venga direttamente dal cliente quindi attraverso una parcella e questo consulente questa categoria dei consulenti può essere definita consulenti indipendenti adesso entriamo nel dettaglio voglio farvi capire la differenza perché e sostanziali allora solitamente la consulenza tradizionale come funziona io vado in banca chiedo bisogno di costruire un portafoglio di investimento perché voglio risparmiare sono particolarmente lungimirante e o di risparmio voglio investirli cosa succede a coprire il questionario wii fit come faccio come dicevo prima ma successivamente riceverà una proposta di investimento da parte del mio interlocutore bancario investirò bene come viene remunerato questo servizio lo sapete viene remunerato in base agli strumenti che compro quindi sembra che io non stia pagando niente in realtà sto pagando quanto padova la commissione che variabile e che viene che torna indietro all'intermediario con cui io all'intermediario o la barca per cui lavora attraverso un sistema chiamato retrocessione delle commissioni è una cosa tecnica non è importante che entriamo nel dettaglio quello che è importante è capire come questo è un servizio che sembra gratuito ma non è gratuito e il flusso di denaro del pagamento non è diretto nel senso che io pago un servizio ma non ho la certezza che la persona che me lo sta erogando stia lavorando nel mio esclusivo interesse e questo è un punto chiave perché è chiaro è un punto chiave da sostanzialmente differente invece da quello che sancisce adesso la normativa istituzionalizzando la figura del consulente indipendente perché il consulente indipendente può avere l'appellativo indipendente se viene remunerato direttamente dal team cosa significa significa che pensate un avvocato ok un avvocato di voi avete più siete stati vi hanno fatto causa dovete difendervi quindi vi rivolgete un avvocato che vivi down amanti difende in tribunale a fronte di questo servizio voi pagate una parcella quindi con una professionista è pagato a parcella ma questo è profondamente diverso rispetto al servizio di consulenza tradizionale bancario che invece è su commissione bene di questo argomento ne avevo già parlato in altri due gp show che sono il Gp show numero 12 italiani alla consulenza il numero 86 meglio peggio dell'investitore medio quindi non mi dilungo ulteriormente ti suggerisco di riascoltare i provini aspetti più interessanti però quindi capite che e affronterei la modalità di remunerazione del consulente far sì che ci possa essere o meno conflitto di interesse perché quando c'è una remunerazione a commissione e noi non abbiamo la certezza che che la persona dall'altra parte stia lavorando nel nostro esclusivo interesse potrebbe lavorare un po nel nostro interesse ma non è detto che sia nel nostro esclusivo interesse e questo è questa è una profonda differenza quindi questa è la principale innovazione quindi il fatto che ci sia questa nuova figura professionale e che le la commissione che viene pagata dalle consulenze che viene pagata al consulente debba essere dichiarata in modo più trasparente la direttiva mifid obbliga gli intermediari bancari a esprimere quelle che sono le commissioni che devono pagare i clienti finali in un modo più trasparente tipicamente adesso se io ti chiedo quanto ti costa il tuo portafoglio di investimento in banca a 90 100 persone a cui faccio questa domanda 99 ti dicono non lo so è chiaro che non lo sanno perché è difficilissimo capire quali sono i costi che si fanno pagare perché sono espressi in percentuali perché ci sono dei costi nascosti ci sono delle commissioni di performance che non ci sono sempre quindi è molto difficile avere il quadro completo dei costi la normativa dice che questi come se non dovranno essere esplicitata in modo chiaro quindi non si sa esattamente come le ogni banca espliciterà questi costi però dovrebbe essere ad esempio è espresso il valore assoluto quindi tu lo stai spendendo in sé ipotizziamo tu abbia 100 mila euro di patrimonio non stai spendendo il 2,13 per cento di costi ma la banca dovrebbe stando alle informazioni mio possesso oggi di questa normativa mancano ancora i decreti attuativi scusate numeri che non finiva al termine quindi non si sa esattamente come verranno implementate queste direttive però quello che è certo è che se un costo era espresso in 2,13 per cento dovrebbe venire espresso in 2130 euro su un portafoglio di 100.000 e questo cambia tutto cambia perché è una percentuale per sé molto rispetto spesso le persone non capiscono il concetto di percentuale e soprattutto in italia dove la cultura finanziaria è tra le più basse dei paesi sviluppati invece se uno vede che parla 2 mila euro all'anno insomma a quel punto lì ci si può chiedere ma questo prezzo che pago assenso o no cioè è giustificato o meno bene e questo è proprio quindi questi sono i due aspetti del capitolo 1 il fatto che bisognerà dichiarare come viene remunerato il servizio che si offre i consulenti dipendenti lo dichiarano da sempre nel senso che vengono pagati a parcella un punto però in questo caso sono le banche che dovranno e scorsi sono le reti di promotori finanziari che dovrà risposte e vi anticipo che nel 99 per cento dei casi hanno tutti dichiarato che non cambieranno il loro modello di business cioè continueranno con con le commissioni sulle vendite come tipo di remunerazione aspetto numero 2 me lo ricordo trasparenza nei costi bene ho trovato un articolo interessante della repubblica che parla appunto di di questo fenomeno di trasparenza dei costi che sta arrivando e di opinioni degli operatori del settore una di kevin ai compari di un paio di punti l'articolo si chiama costi trasparenti MIFID 2 slitta al 2018 le reti faranno i conti con le commissioni innanzitutto non mi riconoscevo anticipato e non so se avevo anticipato ma questa direttiva entrò in vigore  il primo di gennaio 2018 di lei con paio di spunti di questo articolo che sono particolarmente interessante allora è una delle novità più importanti della direttiva è che bisognerà esplicitare qual è il costo di distribuzione del prodotto e qui a parlare è antonello sanna che è il fondatore di una società di consulenza scusate di una sim e quindi una società di intermediazione immobiliare fondamentalmente fanno erano servizio di consulenza indipendente quindi dice bisognerà esplicitare il gusto di distribuzione del prodotto del prodotto l'intento è la trasparenza come dicevo prima rispetto alle commissioni e questo auspicherebbe maggiore consapevolezza del cliente che oggi non ha ben chiaro quanto costa al prodotto e quanto la commissione quindici sono quindi vari livelli di posti ci sono le coop il costo del prodotto singolo il costo per accedere ai mercati insomma non sto qui ad entrare in dettaglio perché potrebbe essere un po noioso e complicato il concetto è che il cliente non ha non ha la possibilità di capire quali sono i costi che gravano sul suo portafoglio e questa direttiva aiuta in questo senso e quindi torniamo tornando all'articolo e se si vedesse il cliente se si vedesse ad evitare ad esempio commissione del 2 al 2 per cento beh potrebbe ritenerlo piuttosto caro questo se ci pensate o se avete già sentito alcune puntate del diciamo se mi seguite e è quanto mai interessante perché quando si parla d iconsulenza indipendente si parla appunto di consulenza a parcella quindi io ero con servizi a fronte di una parcella però molte persone sono state falsamente abituate a ricevere questo servizio gratuitamente dalla banca anche se come vi ho spiegato prima così non è pagate in banca però questa trasparenza fa sì che sapendo che il servizio bancario non è realmente gratuito ma è a pagamento ebbene adesso diciamo l'apu dal punto di vista della competitività ci sarà un grande interesse da parte del cliente di vedere e verificare se questo costo è che c'è qual è il qual è il valore aggiunto che par che ottengo a fronte di questo posto che mago quindi questo è un problema per le banche perché verranno messe in competizione con la consulenza indipendente è lì lì da operatore del mercato in questo mercato vi dico che c'è grande ciao c'è un fenomeno di lobbismo molto forte che spinge le banche che sono chiaramente il sistema italiano e banco centrico quindi questo servizio di consulenza finanziaria al 99 per cento è arrivato da banche o reti di promotori le quali fanno lobby e quindi cercano di mettere i bastoni tra le ruote allo sviluppo di questa nuova professionalità che quella del consulente dipendente torniamo ad antonello sanna e cosa dice questo articolo per le banche quando gli spread sono così bassi quindi le banche in questo momento guadagnano proprio molto poco nel commerciale denaro cene di fare da dare prestiti per capirsi e quindi il credito di credito rende meno le banche stanno montando sul risparmio gestito e sul private banking perché è diventato un modo per recuperare redditività perché se non si può guadagnare facendo mutui perché gli spread sono molto bassi anche questo termine certo tecnico fidatevi le banche in questo momento guadagnano poco da nel farvi 12 perché i tassi sono bassi cercano di recuperare redditività con il risparmio gestito quindi il modello distributivo dei fondi è quello più diffuso è quello che dicevo prima quindi fatto che c'è poi pagate una commissione che non vedete e questa viene pagata sia al gestore del fondo ma viene retrocessa in parte all a chi evidente lo strumento è una commissione di distribuzione con la nuova normativa però il cliente potrebbe mettere in discussione i costi anche considerando che secondo mediobanca le commissioni sui fondi in italia a livello distributivo torniamo al concetto di distribuzione sono troppo cari rispetto al resto del mondo se voi farli dei confronti non li fate perché non sento del settore però fidatevi di me che li ho fatti e i costi dei fondi in italia sono tra i pirati ci sono c'è la possibilità di risparmiare utilizzando strumenti più efficaci che in banca chiaramente non vi proporranno mai per ovvi motivi di conflitto di interessi ma che sono invece raggiungibili attraverso un consulente indipendente beh appunto dicevo che ci sono questi costi sono tra i più alti a livello mondiale e c'è uno stretto legame tra i costi che va a pagare il cliente finale e la la cultura media dell'investitore italiano scarsa cultura media in campo finanziario alte commissioni che andrai pagare perché non sia in grado di negoziare o di scegliere gli strumenti più efficaci quindi un altro sempre nell'articolo di repubblica ma mario non era docente dell'università bocconi dice il rischio è che il cliente possa rifiutarsi di pagare il servizio non trovando il servizio il servizio di consulenza bancaria non trovando il servizio adeguato e gli operatori potrebbero perdere quote di mercato rispetto ai competitors chi sono i copertittors della consulenza demand and a cui facevo riferimento prima e quindi la prospettiva è insomma una crescita della competizione sul fronte della qualità che chiaramente le banche poi non subiranno passivamente questo 3 maggio di clientela a fronte della consulenza indipendente cercheranno di migliorare il servizio e questo è tutto vantaggio del cliente finale perché se migliora servizio io chiaramente parteggio per la categoria dei consulenti dipendenti però se servisse migliora il servizio bancario ben venga quindi il cliente finale può beneficiarne è quindi dove c'è trasparenza c'è sempre aumento della competitività e se ci pensate questo accade in qualunque settore non solo non solo nel settore dei di chi ero dei servizi finanziari ma ovunque l'estate all'arrivo di di player come amazon nel mondo nel mondo del retail sono c'è stata trasparenza competitività e ne hanno beneficiato nell'edificio diciamo però diciamo il cliente finale ha potuto acquistare determinati prodotti e prezzi scontati fondamentalmente chiaro che chi non sa chi non riesce a rimanere allineato con le nuove tendenze il mercato vedi piccoli piccoli negozi negozietti piccoli retail esercizi retail è questi sono in difficoltà bene quindi che cosa che tiriamo le fila di questa puntata befed 2 ci sono vari tantissimi aspetti che cambiano il mondo dell'industria dei servizi finanziari a noi interessano due abbiamo parlato di trasparenza e istituzionalizzazione della figura del consulente finanziario indipendente quindi sarà più facile fare confronti tra vari tipi di servizio tra quello bancario tra quello di un consulente rispetto a quello di uno studente dipendente e voi potrete scegliere con maggiore cognizione di causa e scegliere il servizio che vi aggrada di più al prezzo che che chiedere chi viene richiesto quindi da questo punto di vista è perfetto io sono pro trasparenza prove competitività che fino ad ora invece è stata limitata a cavour per via di un sistema finanziario che era poco trasparente come quello prevalentemente a gestione bancaria quindi con questo si chiude questa puntata dice piscio un paio di note prima di lasciarci trovate tutte le note di queste puntata su www.gpinvest.it che il numero di questo episodio e mi piacerebbe sapere che cosa ne pensate di questa di questo episodio che cosa ne pensate di queste novità nel campo della dell'industria dei servizi nell'industria dei servizi finanziari scrivendomi scrivendo un commento sul gruppo riservato sul gruppo facebook riservato gb in fest community se non vi siete iscritti iscrivetevi vigli dall accesso quindi grazie per essere stati con me in salute ci vediamo martedì prossimo per l'episodio 17 ciao a presto ti è piaciuta questa puntata clicca mi piace sul video permetterà ad altre persone di conoscere queste idee e se non vuoi perderti le prossime puntate iscriviti al canale youtube o imposta mostra per primi la pagina gb best nelle tue preferenze di facebook

chiudi
chiudi