Investimento
25/08/2018

Quanto si guadagna investendo in borsa?

Smetti di essere vittima di banche!

Diventa un Investitore Consapevole con il nostro Piano Strategico!

In questo canale parliamo di risparmio e investimenti, ma mi sono accorto che non ho risposto ad una delle principali domande che si pone l'investitore. Ma quanto investo quanto posso guadagnare, punto di domanda? Ne parliamo in questo articolo, guardando qualche dato sui rendimenti storici di lungo periodo dei mercati finanziari. 

[TRASCRIZIONE]

Ecco questa è una delle domande che mi viene fatta più spesso. Ma quanto si guadagna quando si investe? Qual è un rendimento atteso dai mercati finanziari, dal mio portafoglio, che è ragionevole aspettarsi. L'1%, il 10%, il 20%, il 30%? Ecco in questo ARTICOLO, il mio obiettivo è iniziare a darti un paio di paletti, ok, farti capire che il rendimento può stare all'interno di un range di di numeri di percentuali, e che certi rendimenti che magari vengono promossi o divulgati online piuttosto che da consulenti finanziari, diciamo così che la sparano un po grossa. Ecco questi rendimenti magari vanno presi con le pinze. Perché non sono assolutamente attendibili, allora in aiuto mi viene un documento, elaborato da Vanguard, un autentica potenza nel mondo del risparmio gestito, che in America gestisce qualche decina di trilioni di dollari. E in un documento molto interessante riportano quello che è il rendimento che ci si può aspettare dalla componente azionaria e obbligazionario di un portafoglio, in vari scenari, uno scenario ottimista, uno scenario pessimista, dello scenario mediano. Che cosa c'è alla base di questi numeri che ti presento? Ci sono i rendimenti storici degli ultimi 50-100 anni, dai mercati finanziari, e questo è un aspetto importantissimo, che magari non devi conoscere tu direttamente, ma deve conoscere il tuo consulente. Quanto ha reso la borsa negli ultimi anni? Quanto hanno reso i mercati? Quanto hanno reso le obbligazioni, le azioni negli ultimi 10, 20, 30, 50 anni? Queste sono informazioni fondamentali che tu o il tuo consulente dovete sapere. Nel caso ti affidi ad un consulente, io verificherei che il tuo consulente sia preparato su questi numeri, chiusa parentesi.

Immagine

Quindi Vanguard ci riporta a questo grafico sulla sinistra, vede un portafoglio che al 100% azionario è a 0% di obbligazioni. Sulla parte destra invece vedi un portafoglio che è l'esatto opposto ha lo 0% azioni e al 100% di obbligazioni, e come puoi notare il rendimento ottimista o pessimista è molto diverso nei due portafogli. Per il portafoglio che ha un 100% di azioni vede che c'è un range di rendimenti molto ampio, si può passare da uno 0%-5% circa ad un rendimento superiore al 10%. Per un portafoglio al contrario al 100% investito in obbligazioni il rendimento può andare da un 1% circa ad un 3%. Questi sono numeri che anche a livello generico devi conoscere. Qualcuno ti propone e ti prospetta un rendimento sul mercato azionario del 30%, all'anno, bene siamo molto lontani da quelli che sono i rendimenti storici, quindi la domanda giusta da fare, dovrebbe essere come fai a promettermi un rendimento così elevato? O meglio come fai a promettergli un rendimento che a tre volte il rendimento medio di lungo periodo del mercato azionario? Se poni nel modo corretto la domanda, la risposta ti permetterà di capire: 1. l'etica del professionista che hai di fronte e 2: quelle che sono le sue competenze in ambito finanziario. Quindi da questo grafico emerge qualcosa, che in un qualche modo sapevamo già, che spostandoci sulla componente azionaria possiamo avere rendimenti molto alti, ma anche molto bassi, quindi, questo grafico ci ricorda qualcosa che in un qualche modo sapevamo già, ma adesso abbiamo dei dati numerici. Cioè sapevamo che spostandoci al 100% di componente azionaria possiamo avere dei rendimenti molto alti, che però possono diventare anche bassi nel caso di crolli. Però qui è interessante notare come il rendimento a 10 anni di un portafoglio 100% azionario risulta essere quasi sempre positivo, in altri grafici si può notare come sono veramente rari i casi in cui in un periodo a 10 anni la componente azionaria abbia avuto il rendimento negativo, ma questo forse diventa troppo tecnico, e non voglio dilungarmi in questo articolo. Se l'argomento ti interessa però, fammelo sapere scrivendo un commento qui sotto, che magari può essere l'oggetto di un altro articolo. Per la componente obbligazionaria vedi invece che la variabilità dei rendimenti tra scenari positivi e negativi è molto più stretta, quindi è molto più stabile, cosa che più o meno sapevamo però. Sappiamo anche quali sono i rendimenti mediani che ci possiamo aspettare negli scenari ottimistici-pessimistici, quindi indicativamente tra il 2 e il 3 %. E questi sono rendimenti al lordo dell'inflazione. Se consideriamo anche l'inflazione siamo a circa l'1% netto.

 

Questi sono numeri per il mercato americano, chiaramente, il mercato europeo di cui non ho dati statistici così approfonditi, non è la stessa cosa ma non mi aspetto dei risultati molto differenti. Un'altro aspetto importante da capire in questo grafico è che appunto i rendimenti possono dipendere da uno scenario ottimistico o pessimistico. Cosa significa che ci sono dei momenti più favorevoli di altri per investire. Ad esempio, a marzo 2009, momento di grande terrore, paura e pessimismo, nei mercati finanziari, chi ha investito ha scelto un ottimo momento, perché le valutazioni erano particolarmente depresse, si compravano titoli a sconto e chi ha avuto il coraggio di comprare in quell'anno lì, ha ottenuto un rendimento che nel grafica è parte ottimistica, dei risultati. Dall'altra parte dello spettro, c'è chi compra azioni in momenti di elevata euforia sui mercati, dove quindi le valutazioni, sono elevate e il rendimento prospettico di lungo periodo del mercato azionario è più basso e quindi tornando al grafico siamo nella parte pessimistica dei rendimenti. Ok, con questo articolo ho voluto darti informazioni di massima su quelli che sono i rendimenti. E' chiaro che il tuo caso può essere uno scenario intermedio, tra quelli proposti. Dipende dal tuo grado di accettazione del rischio. Se sei un giovane magari puoi permetterti di prenderti grande rischio perché davanti a te hai un'orizzonte temporale di lungo periodo, probabilmente sarai più sulla parte sinistra di questo grafico. Se invece sei una persona, più avanti con gli anni, magari anziana, magari in vista dell'età di pensionamento, verosimilmente sarai più vicino alla parte destra di questo grafico. Quello che veramente devi fare tuo di questo articolo, sono i rendimenti medi che hanno avuto i mercati finanziari, azionari e obbligazionari, nel lungo periodo. Quindi cerca di salvare da qualche parte questi numeri così da poter verificare le promesse di rendimento che ti vengono fatte da consulenti e formatori finanziari, particolarmente audaci, mi piacerebbe sapere poi e ti chiedo di scriver melo nei commenti se eri consapevole di questi numeri, se pensavi che ci si potesse aspettare di più o di meno dei mercati finanziari, se qualcuno ti ha fatto delle promesse magari del 30% all'anno, e poi è stato veramente in grado di rispettarle, su lunghi periodi di tempo. Insomma fammi sapere cosa ne pensi scrivendo un commento qui sotto. 

Vuoi vedere un intera lezione totalmente gratuita su questo argomento? Guarda il video: "Corso Come Diventare un Investitore Consapevole". Lo trovi alla pagina: https://www.gpinvest.it/investitore-consapevole

 

chiudi
chiudi