Consulenza
02/05/2018

Banche italiane: cosa imparare da quelle fallite!

Smetti di essere vittima di banche!

Diventa un Investitore Consapevole con il nostro Piano Strategico!

 

Circa 500 mila risparmiatori hanno perso tutto o parte del loro capitale a causa dei recenti fallimenti di banche.

Questo è un evento gravissimo, e mi auguro sinceramente tu non ne sia rimasto coinvolto.

In questo video però ti spiegherò cosa possiamo imparare da questa triste serie di eventi, per non rischiare di perdere i nostri sudati risparmi nel futuro.

Negli ultimi anni diverse banche sono fallite, o comunque sono divenute tristemente  popolari a causa delle loro pessime condizioni finanziarie. Tra queste possiamo citare:  Banca Marche, Carichieti, Cariferrara, Banca Etruria, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Un bel gruppetto, non credi?

Assolutamente sì! Penso però  che da questi fallimenti si possano imparare un paio di morali molto importanti, che ogni investitore che vuole impiegare in modo consapevole il proprio denaro deve imparare.

 

Il conflitto d’interesse all'interno delle banche

Il rischio finanziario dell’illiquidabilità

Mai sentito parlare di rischio rendimento?

 

 

Il conflitto d’interesse all'interno delle banche

Il primo punto che occorre sottolineare, perché troppo spesso le persone se lo dimenticano è quello del conflitto di interesse. Una banca offre diverse tipologie di servizi finanziari, può fornirti  un conto corrente, strumenti di pagamento ( come bancomat o carte di credito), un finanziamento nel caso tu desideri acquistare una casa e può fornirti strumenti di investimento.

E’ chiaro a tutti che quando una banca ci offre un finanziamento, applicherà su questo il suo margine, il suo guadagno. La banca non è una ONLUS, deve fare profitti per i suoi azionisti e quindi applica un costo al finanziamento. Questo è logico, comprensibile e condiviso da tutti.

Quando entriamo nel mondo degli investimenti, invece, il risparmiatore si perde. Leggevo diverse statistiche della consob che riportano come quasi il 50% degli italiani non sa come viene pagato il servizio di consulenza che riceve in banca, il 37% pensa che il servizio sia gratuito, e che solo il 20% è disposto a pagare per il servizio di consulenza che riceve.

Ecco, occorre fare chiarezza: il servizio di consulenza che ti viene offerto in banca non è gratuito, ma ha un costo difficile da vedere, e nella maggior parte dei casi molto superiore a quelli che sono costi ragionevoli per investire il proprio denaro.

Ho già fatto un video su questo tema quindi non mi dilungo, puoi trovarlo cliccando QUI.

Si delinea quindi un conflitto di interesse perché la banca deve vendere prodotti finanziari,  che generano commissioni e quindi fatturato. Oppure in alternativa deve vendere le sue azioni o obbligazioni, e in questo caso il conflitto di interesse è talmente palese che non ha neanche senso commentarlo.

Quindi fai caso a cosa succede nella testa dell’ investitore medio: non si fida delle banche (oggi poi sparare contro le banche, le lobby e i poteri forti etc è diventato uno sport nazionale), non capisce come una banca guadagna con il proprio denaro, si aspetta che questa lavori per noi gratuitamente, e nella maggior parte dei casi non è intenzionato a pagare un servizio nel suo esclusivo interesse. Beh, questo è un bel circolo vizioso da cui puoi uscirne solo perdendo parte dei tuoi soldi purtroppo...  

Fammi sapere nei commenti se anche tu in questo circolo vizioso o se,  magari anche grazie a questi video, inizi ad avere un atteggiamento più consapevole.

Quindi riassumendo il primo punto è che il conflitto d'interesse è una minaccia ai tuoi risparmi e se non vuoi finire come i 500 mila risparmiatori che hanno perso soldi col fallimento di queste banche,  devi risolverlo il prima possibile.

 

 

 

Il rischio finanziario dell’illiquidabilità

Il rischio finanziario dell’illiquidabilità. Nel caso delle banche Venete I risparmiatori hanno perso soldi perché hanno acquistato azioni non quotate di una banca in crisi finanziaria. Quindi oltre ad essersi presi il rischio di investire in una banca in crisi finanziaria, rischio di cui evidentemente non erano consapevoli,  si sono anche presi il rischio di investire in azioni non quotate.

Ho già fatto un video sulle varie tipologie di rischio finanziario che puoi trovare cliccando Qui.

 

Il punto è che quando investi devi essere ben consapevole dei rischi che stai correndo.  Esistono varie tipologie di rischio e con l'aiuto di un valido consulente finanziario indipendente,  che non sia quindi afflitto da conflitto di interesse, puoi scegliere quale rischio faccia al caso tuo. In alternativa devi approfondire l'investimento che stai facendo, soprattutto quando ti trovi in situazioni di enorme conflitto d'interesse come quello bancario. Non esistono alternative purtroppo: ti fai aiutare da un consulente indipendente oppure devi approfondire e studiare. Il rischio di illiquidabilità in sè può essere gestito, e accettato da investitori esperti, il punto è che non puoi trascurarlo in fase di valutazione della proposta di investimento. Chiaro no?

 

 

 

Mai sentito parlare di rischio rendimento?

Gli investitori sono avidi o ingenuo e penso che nel fallimento di queste 6 banche ci siano state diverse dimostrazioni dell’uno e/o dell’altro.

Ti faccio una domanda: al mondo esiste qualcuno che ti regala qualcosa? Sì, magari un amico, un parente... ma tu pensi realmente che i mercati finanziari possono regalarti qualcosa?

Mi dispiace smontare qualche tua certezza, ma nel mondo della finanza nessuno ti regala niente. In termini finanziari significa che se vuoi guadagnare devi assumerti un rischio. Rendimento senza rischio non esiste. Rischio senza rendimento esiste eccome se non sai quello che stai facendo.

Quindi quando un investitore acquista un'obbligazione subordinata di una banca magari in crisi finanziaria, che in altre parole significa avere con un basso livello di garanzia sul capitale prestato alla banca, ma questa obbligazione  rende l’8% in un periodo in cui le alternative sicure rendono l’ 1%, questo investitore a cosa sta pensando?

Che siano tutti pazzi gli altri investitori che non si sono accorti di questa meravigliosa opportunità?

Chiaramente no! Sta trascurando il fatto che il mercato quantifica  il rischio di quell'investimento come molto elevato e quindi vuole un rendimento molto alto per comprare l’obbligazione subordinata di turno.

Vedi, anche in questo caso ti rimando lo stesso messaggio: impari a valutare  la relazione rischio rendimento di un dato investimento, oppure ti fai aiutare da un consulente che non abbia in conflitto d'interesse. Potresti dirmi che non eri a conoscenza dei rendimenti offerti dal mercato in quel periodo è che non sapevi che ti stavi prendendo un rischio eccessivo, il punto e che ignoranza, la non conoscenza non è una scusante, soprattutto in un mondo come quello bancario dove ogni volta che compri un qualunque strumento finanziario firmi documenti su documenti di scarico di responsabilità è presa visione del rischio del tuo investimento.  Lo vedi come torna fuori il problema del conflitto di interesse?

Il punto è che mai e poi mai devi pensare di essere più furbo del mercato. Dopotutto nella maggior parte dei casi tu dedicherai ai tuoi  investimenti qualche ora al mese, se va bene, e ti confronti con un mercato di professionisti con Master dottorati in Finanza e anni di esperienza.



Il sistema non ti protegge

Lo so, lo so tu magari guardi questo video e ti starai  pensando: ma io non ho cultura finanziaria, vado in banca e mi aspetto che qualcuno mi aiuti nel mio interesse. Cosa dovrei fare?

Il messaggio che voglio trasmetterti è che il sistema non ti protegge se tu non hai un minimo interesse per la materia. A inizio gennaio 2018 entrata in vigore la normativa europea mifid II,  normativa che cerca di risolvere problemi come quelli di cui ti ho parlato in questo video. Vorrà dire che sarà in grado di risolverli tutti? Nessun risparmiatore perderà più soldi per colpa del fallimento della propria banca?

Non penso. Anche se non me lo auguro in futuro altre banche falliranno, e altri risparmiatori perderanno soldi, perché non c'è un reale modo per il nostro sistema politico ed economico per difenderli di evitare che questo succeda nuovamente, ti proteggerti qualunque scelta incoscente e inconsapevole tu faccia con i tuoi soldi. Nella gestione delle tue finanze tu sei il responsabile. Siamo adulti e dobbiamo prenderci la responsabilità delle nostre decisioni.  Con questo non voglio dire che tu debba diventare un esperto in Finanza, cioè puoi farlo ma non è indispensabile per far lavorare al meglio i tuoi risparmi.

Sicuramente però devi iniziare a vedere il sistema bancario in un modo differente e rivolgerti a consulenti indipendenti che possano risolvere il grave problema del conflitto di interesse, lavorando nel tuo esclusivo interesse.

 

Smetti di essere vittima di banche!

Diventa un Investitore Consapevole con il nostro Piano Strategico!

chiudi
chiudi