Finanza Personale
21/05/2018

6 abitudini per vivere di rendita e smettere di lavorare

Smetti di essere vittima di banche!

Diventa un Investitore Consapevole con il nostro Piano Strategico!

Stai cercando la ricetta segreta per poter diventare ricco in sei mesi?

Mi dispiace comunicarti che non esiste.

Se invece sei la ricerca gli strumenti o idea per poter smettere di lavorare e vivere della rendita dei tuoi risparmi, allora questo articolo fa decisamente al caso tuo.

Io mi sono totalmente innamorato del mondo degli investimenti e della finanza personale quando ho scoperto che adottando sane e virtuose abitudini finanziaria possiamo raggiungere i nostri obiettivi di vita.

Infatti molto spesso mi senti parlare di obiettivi finanziari, ma questi non sono altro che un espressione finanziaria, cioè in termini monetari di obiettivi di vita.

In altre parole: vuoi raggiungere l'obiettivo di acquistare la tua prima casa?  

A questo è associato un costo, è l'obiettivo di far studiare i tuoi figli in quella prestigiosa università?

Ha un costo!

E l'obiettivo di smettere di lavorare o anticipare la pensione?

Ha un costo!

Dove imparare sane e virtuose abitudini per la gestione dei propri risparmi?

 

Una delle fonti di informazione a cui mi sono avvicinato diverso tempo fa e che mi ha molto chiarito le dinamiche obiettivi di vita e obiettivi finanziari, sono diversi blogger americani che promuovono idee quali il minimalismo e l’Early retirement, cioè come ottenere il pensionamento anticipato e quindi poter smettere di lavorare.

Potrei riassumere i centinaia di post letti nei seguenti concetti: riduci al massimo le tue spese, massimizza il rendimento del tuo portafoglio e crea un piano per smettere di lavorare prima della canonica data di pensionamento.

Questi blog sono spesso fonti di ispirazione, ma allo stesso tempo essendo principalmente racconti di esperienze finanziarie di personaggi piuttosto fuori dagli schemi spesso raccolgono idee non molto condivisibili soprattutto sul risparmio. Ciò che per me è interessante non è tanto se queste idee si possono applicare al mio caso.

Infatti mi avrai sentito spesso dire che la finanza personale è personale, cioè ognuno di noi ha una visione diversa su come spendere il denaro, ma l'importante è avere un piano e questi blogger sono incredibilmente determinati nel raggiungere il loro.

 

Quali sono le abitudini per poter vivere di rendita?

Una delle fonti più autorevoli che ti suggerisco di leggere è Becoming Minimalist. Tempo fa leggevo uno degli articoli più riusciti di questo blog intitolato “6 decisioni per raggiungere la tua libertà finanziaria.”

Mi ha molto colpito perché è chiaramente fuori dagli schemi e molto provocatorio, quindi ho deciso di riproporla in questo articolo le principali idee dell'autore Joshua Becker e di aggiungervi il mio commento.

Per raggiungere la libertà finanziaria l’autore suggerisce di:

  1. Acquistare per necessità e non per possibilità. Molto spesso infatti le persone  acquistano qualcosa spinti dalla frase “ posso permettermelo” ma dimenticano completamente qual è il bisogno che li ha spinti all’acquisto. E così facendo ci si ritrova ad acquistare oggetti che alla fine non usiamo, oppure usiamo molto meno di quanto pensassimo, che magari richiedono elevati costi di manutenzione. Risultato? Alla fine ci ritroviamo ad aver peggiorato la nostra qualità della vita invece che averla migliorata perché adesso abbiamo una preoccupazione in più.

  2. La seconda idea che ti suggerisce l'autore per raggiungere il prima possibile la tua libertà finanziaria è quella di acquistare automobili in contanti e non con un finanziamento. Dopo l'acquisto della casa, l'acquisto dell'automobile è la spesa più  importante che è una famiglia o anche single deve affrontare. A differenza della casa, che molti considerano un investimento, ma su cui ho già espresso la mia opinione ,l'automobile penso condivideremo tutti l’idea che non è un investimento, ma una spesa. Non può essere un investimento perché è un bene che anno dopo anno perde valore, quindi non ha alcun senso acquistare con un finanziamento qualcosa che ogni anno si deprezza.  Questo infatti è chiamato anche debito cattivo da Robert Kyosaki, uno dei principali divulgatori dell'idea di libertà finanziaria. Su questo tema c'è poco da commentare: l'automobile rimane una spesa, ma per molte persone rappresenta molto di più. E’ anche uno sfizio oppure un mezzo per dimostrare la propria posizione sociale e quindi è uno dei principali oggetti per i quali ci dimentichiamo la nostra reale necessità, ma ci facciamo influenzare dall'opinione degli altri, da come vogliamo apparire eccetera. Non smetterò mai di ripetertelo: la finanza personale è personale, ognuno ha il diritto di spendere i propri soldi come preferisce. Per me, ad esempio, la moto è un pozzo senza fondo in cui verserei i miei risparmi senza alcun criterio. Siamo umani e abbiamo le nostre debolezze, ma l'importante è esserne consapevoli. Se accendiamo un finanziamento significa che non abbiamo i soldi per poter acquistare l'automobile cash, in contanti, e pagare interessi su un genere di spesa come questo non ha alcun senso.

  3. Punto numero 3: in una famiglia, di due stipendi, risparmia il minore tra i due. Quindi in altre parole: confronta il tuo stipendio con quello di tuo marito di tua moglie, del tuo compagno o della tua compagna e risparmia quello più basso tra i due. Non una  parte, ma tutto lo stipendio! Questo è sicuramente molto provocatorio nonché difficile da mettere in pratica anche perché questo risparmio non considera il mutuo per la casa. L’autore infatti intende risparmio da destinare principalmente all'investimento in strumenti finanziari. Capisci perché prima ti dicevo che alcune di queste teorie sono piuttosto estreme e provocatorie? Qui si parla di risparmiare occhio e croce il 50% del reddito di una famiglia, condizione necessaria negli Stati Uniti per poter ambire al pensionamento anticipato. In Italia bisognerebbe fare qualche calcolo ma non penso serva meno risparmio. E’ facile risparmiare così tanto? No, non credo, ma il mio obiettivo è farti capire c'è chi ci riesce, quindi è possibile, quindi è una tua scelta decidere se farlo o meno.

  4. Il punto numero 4: Non smettere mai di lavorare. Partiamo dal presupposto che la maggior parte di questi blogger, sono Early retirees, cioè hanno smesso di lavorare tra i 40 e 50 anni di età perché adesso possono vivere della rendita dei loro  investimenti. E strano che scrivano di non smettere mai di lavorare, non credi?In realtà non è così, e questo è uno degli aspetti che mi ha avvicinato a questi contenuti: queste persone sono alla ricerca della Libertà finanziaria intesa come “posso smettere di lavorare” e non: “devo smettere di lavorare”. Vogliono quindi raggiungere una condizione finanziaria in cui poter contare su rendite finanziarie che sostituiscono quasi completamente il loro reddito da lavoro e avere la libertà di decidere se lavorare e che tipo di lavoro fare. È chiaro che questo è un tema che deve essere contestualizzato nella tua vita professionale. Lavorare in miniera è  chiaramente ben diverso da lavorare in un ufficio. In molti casi però il lavoro può essere inteso come un modo per contribuire al benessere della società, può essere anche un'opportunità per migliorarci come persona e perché no anche un’opportunità per realizzarci.

  5. Punto numero 5: Paga sempre in contanti: Diversi studi dimostrano come al pagamento in contanti è associato un maggior “dolore” rispetto ai pagamenti elettronici. Percepiamo il denaro che se ne va, che esce dal portafoglio e quindi proviamo disagio. Con carte di credito, pagamenti online etc....è tutto così veloce e immateriale che perdiamo questa sensibilità, risultato? Tendiamo a spendere di più, quindi a risparmiare di meno. E il nostro obiettivo di raggiungere la libertà finanziaria? Si allontana inesorabilmente.

  6. Punto numero 6: Fai controllare i conti della famiglia a chi spende di più! In ogni coppia, c'è sempre una persona che è maggiormente sensibile sul denaro e una che lo è meno. Prova a immaginare nella mia famiglia chi è più sensibile su questi temi?? Va beh...abbiamo capito subito chi sia la spendacciona nella famiglia. A parte gli scherzi e le facili generalizzazioni il consiglio che sposo in pieno è quello di dare la “responsabilità” della gestione delle finanze a chi tra i due è un po’ più superficiale e meno attento a dove vanno a finire i soldi della famiglia. La gestione del denaro è un gioco di squadra e studi dimostrano come negli Stati Uniti la prima causa di divorzio siano proprio divergenze sul tema denaro. Per questo ti suggerisco di parlarne con il tuo compagno o la tua compagna, verificare quali sono gli obiettivi che avete per le vostre finanze e dare la responsabilità della gestione finanziaria a chi tra i due risulta meno sensibile. 

Queste sono le abitudini che ti consiglio di adottare per poter raggiungere il prima possibile la tua libertà finanziaria. Sono idee non convenzionali, non facili da realizzare e soprattutto che richiedono una grandissima determinazione come quella dimostrata da questi blogger che ti suggerisco di seguire. Un altro nome oltre a Becoming minimalist è sicuramente Mr money mustache, ingegnere americano che ha smesso di lavorare e ha iniziato a vivere della rendita dei suoi risparmi a meno di 40 anni.

 

Spero che questo articolo ti abbia permesso di capire quali sono le priorità che deve avere chi vuole smettere di lavorare, raggiungere un pensionamento anticipato e poter vivere di rendita.  Se vuoi altri spunti su come gestire in modo efficace le tue finanzevai alla pagina www.gpinvest.it/benvenuto in cui puoi accedere a un mini corso gratuito su come diventare un investitore consapevole.

 

E adesso la domanda del giorno:

Applichi almeno una una delle 6 strategie proposte in questo articolo? Quanto sei in grado di risparmiare in % sul tuo reddito? Fammelo sapere scrivendo un commento qui sotto!

 

chiudi
chiudi